CrArT è
  • Cremona
  • Arte a Cremona
  • Turismo a Cremona
Avanti
Caricamento
Scopri i percorsi
Caricamento Eventi
Eventi
20 Lug 2024

Metti una sera d’estate – 2024

Inizio: 20 luglio @ 21:00
Fine: 27 luglio @ 17:00
vari

Metti una sera d’estate è la nostra rassegna estiva che vi accompagna a scoprire storia, arte, tradizioni e curiosità della città.

Per l’estate 2024 il programma è stato pensato per scoprire straordinari edifici sacri … al buio e non, come la chiesa dedicata a Pietro o quella intitolata al patrono della città, addentrarci nel quartiere del vecchio ospedale, accompagnarvi attraverso la storia e l’arte dell’antico convento di Santa Monica ora sede universitaria e osservare l’affascinante stile romanico da un punto di vista insolito ma molto suggestivo.

Alcuni eventi godono del patrocinio della Diocesi di Cremona e la collaborazione di Cremona sotterranea.

 

 

29 giugno, p.zza San Pietro

La chiesa di San Pietro al Po

Dalle origini nell’XI secolo l’aspetto della struttura è cambiato notevolmente dai Benedettini fino ai Lateranensi, coloro che pongono le basi, architettoniche e decorative, per l’attuale chiesa. Tra questi spicca la figura dell’abate Colombino Rapari la cui storia ci permette di capire che le scelte, di stile architettonico e iconografico, non sono casuali ma da inserire in un contesto in cui la Chiesa si doveva confrontare con le chiese riformate. Il contesto storico che indirizza le scelte artistiche diventa quindi il punto di partenza per analizzare i lavori di Bernardino Gatti, di Antonio Campi, di Giovan Battista Trotti e tanti altri…
Ritrovo ore 21.00 davanti alla chiesa di San Pietro. 12€ – 10€ tesserati CrArT

 

6 luglio, p.zza Sant‘Omobono

La chiesa di Sant’Omobono… al buio e la ghiacciaia

Con il patrocinio della Diocesi di Cremona sabato 6 luglio si visiterà la chiesa dedicata inizialmente a Sant’Egidio poi intitolata al patrono Sant’Omobono. L’edificio sacro ricco di opere d’arte che celebrano la grandezza del patrono cremonese, permette di scoprire testimonianze artistiche che spaziano dal XV al XVIII secolo.
La visita si svolgerà nella modalità al buio… si parte con un’introduzione nella chiesa illuminata, si spegneranno poi le luci e si andranno ad illuminare progressivamente le opere d’arte.
Al termine della visita all’edificio sacro si visiterà anche la ghiacciaia annessa alla struttura in collaborazione con Cremona Sotterranea aps.
Vi consigliamo di portare delle torce..

Ritrovo alle 21.00 davanti alla chiesa,  12€ – 10€ tesserati CrArT

 

13 luglio, via Bissolati 72

Santa Monica: tracce di un convento

Una parte di Cremona recuperata all’uso, alla formazione e alla coscienza civile; il complesso di Santa Monica, oggi sede dell’Università Cattolica, rappresenta molto di più che un restauro, recupero di affreschi e riutilizzo di una struttura per lungo tempo abbandonata. Grazie alla duchessa Bianca Maria Visconti il monastero diventa il convento femminile più grande e più importante della città. Dopo la soppressione degli ordini religiosi e la riconversione dei monasteri ad uso militare avvenuta con Giuseppe II pesanti trasformazioni edilizie hanno mutato il volto della struttura religiosa. Il percorso mostrerà quanto antico e nuovo oggi convivano nella struttura universitaria.

Ritrovo alle 21.00, via Bissolati 72.

15€ – 13€ tesserati CrArT

 

20 luglio, p.zza Giovanni XXIII

Il quartiere del vecchio ospedale con sotterranei

l vecchio ospedale si affaccia sull’attuale piazza Giovanni XXIII con una serie di edifici costruiti o riconvertiti in occasione di un ingente intervento di riqualificazione e ridistribuzione degli spazi ad uso della sanità locale. Il percorso propone una rilettura del quartiere a partire dalla storia rinascimentale per percorrere i secoli moderni alla scoperta del quartiere ridisegnato nei secoli moderni.
La visita comprende la discesa ai sotterranei dell’ex chiesa di San Francesco, convertita in ospedale dopo il 1777.
Ritrovo ore 21.00 in pzza Giovanni XXIII
12€ – 10€ tesserati CrArT

 

27 luglio, p.zza San Michele

Viste da dietro: le absidi romaniche

La zona absidale delle nostre chiese più antiche racconta storie, storie d’arte come una traccia, quasi una firma di un periodo, storie di cambiamenti, storie di materiali, storie di rimpianti, storie impensabili.
Il percorso di scoperta ci porterà ad attraversare l’intera città lungo una linea immaginaria romanica formata da San Michele, San Lorenzo, Cattedrale, San Vincenzo e Santa Lucia per osservare queste architetture da un punto di vista insolito…il “retro”.
Ritrovo ore 21.00 in piazza San Michele. 10€ – 8€ tesserati CrArT
Percorso a piedi si consigli di indossare calzature comode.

 

Per informazioni e prenotazioni: info@crart.it – 338 8071208